GLI INEDITI DEL #PANCINAHOT

È dura selezionare solo alcuni racconti del #pancinahot. Considerate che c’è una media di 30 – 40 racconti alla settimana e scovare la perla, tra i vari, non è mai semplice. Ci sono anche quelli più “normali” o comunque meno assurdi, ma quelli non ci interessano. Il mio interesse personale è sul piano antropologico e sull’incredibile scoperta di terminologie sempre nuove riguardati il sesso e l’anatomia femminile. Guai a chiamare le cose con il proprio nome, bisogna regredire all’infanzia, un’infanzia disadattata.

Non tutte le ciambelle riescono con il buco (!), qui non c’è nessun racconto “hot”, ma c’è però una spiegazione sul perché.

Ricapitolando: dopo il marchese, il periodo rosso, i giorni della rugiada e le malefiche… abbiamo la “loggia rossa”.

Appuntamento con i nuovi screen sul tema su Instagram, sempre che le admin non escogitino qualche altro piano per tenerci fuori.

F.a.q.

  • Mi dai il nome del gruppo del pancina hot per iscrivermi?

Considerando che nei gruppi segreti si entra solo su invito di chi già c’è dentro e che questi luoghi, nella ricerca di Facebook, non vengono elencati, esattamente, cosa te ne fai del nome?

  • Dici a chi c’è dentro di invitarmi?

Certo. “Melissa P. senti, dovresti aggiungere queste 20.000 persone, che io non conosco, nel gruppo. Così che possano creare scompiglio e far di conseguenza bannare te e loro stesse, togliendo a me e agli altri lo spasso.”

  • Come si entra nei gruppi segreti?

Facendo la gavetta nei gruppi pubblici. Si viene poi invitate in quelli chiusi e, una volta vinto il titolo di “Tetta di perla”, in  quelli segreti.

  • Hai rivelato che chi passa gli screen si chiama “Melissa P.” e adesso?

Ovviamente non si chiama “Melissa P.” la talpa… era un riferimento all’autrice del libro “100 colpi di spazzola prima di andare a dormire“, cristosantissimo.

  • Sulla pagina Facebook non è possibile inviare messaggi, quindi ho ben pensato di intasarti la posta privata del tuo profilo personale.

Per le segnalazioni c’è l’email. L’EMAIL! info@ilsignordistruggere.com … i messaggi che voi mandate al profilo personale non vengono letti, finiscono nella cartella “altro” e da smartphone non possono essere controllati. Solo da desktop e non sto sempre al computer.