I TEMIBILI AVVERSARI DELLA PAGINA – PRIMA PUNTATA

 

Ehh miei cari, iniziamo con il dirottare un po’ di materiale scomodo sul blog, qui le segnalazioni i nostri nemici non possono farle. Quindi li facciamo attaccare al tram. In questi giorni ho chiuso la posta, era diventata ingestibile, Milena ha da fare e io non posso smistarla. Anche perché, su 200.000 e passa, spesso 100 persone, che non si conoscono tra di loro, segnalano la stessa cosa. Quindi stai lì a ripetere a tutti e 100 la stessa risposta. Poi… MOLTI… non seguono le benedette regole guida che appaiono prima di inviare un messaggio: non girare roba di altre pagine (commenti memorabili & co), non inoltrare post con la privacy privata (gruppi chiusi, gruppi privati, profili personali… se io non ne faccio parte, come dovrei vedere i contenuti?), non inviare roba da me già condivisa… Inoltre, l’aver chiuso la posta della pagina non era un modo masochistico per intasare quella del mio profilo personale. Ovviamente. Per le segnalazioni pancinose c’è la bacheca della pagina che è libera e pubblica, postate lì. Per proposte di vario genere c’è l’email, indicata sia qui sul blog che nelle informazioni della pagina. Easy. Ma veniamo a noi, alla pancina della puntata.

Bene, un paio di giorni fa ho condiviso questo post.

Il post è da ricovero, ma i commenti sono ancora peggio. In particolare il secondo, della signora “Veronica”. Quando condivido un post pubblico di una pagina con il tema della maternità accade una di queste due cose: il post dopo poco scompare, l’admin della pagina perculata si incazza dei vostri commenti e fa sparire il post, quindi io prendo lo screenshot e ricarico quello (come in questo caso); l’autrice del post mi scrive in privato, questo perché sempre la admin è convinta che scioglirmi contro le sue followers possa in qualche modo destabilizzarmi. In questo caso sono avvenute entrambe. Mi scrive però non l’autrice del post, ma la signora Veronica dei commenti. Riapro oggi la posta per un’oretta, e…

E finisce così. Mi blocca. 🙁

Bene, ne approfitto per annunciare il prossimo appuntamento distruttivo, sarò ospite sabato 10 giungo a Pescara presso il Satyricom. Creerò l’evento su Facebook in settimana.