CHI SEI TU? E COSA CI FACCIO QUI?!

Non facciamoci prendere dal panico. Mi presento, mi chiamo Vincenzo Maisto e sono un blogger. Forse ti starai chiedendo cosa ci fai sulla pagina Facebook del Signor Distruggere… ti spiego. Scrissi un libro diversi anni fa (che è stato pubblicato solo nel dicembre 2015), che ha come temi l’ironia, il sarcasmo, il precariato, la cattiveria e il mio modo di vivere, si intitola “Distruggere i sogni altrui esponendo la realtà oggettiva”. Nel 2011, come primo tentativo di promozione sui social, creai su Facebook circa una decina di pagine, ognuna di esse rappresentava una frase contenuta all’interno di questo libro… tipo: Lanciare il cerchio rotante di Xena nello studio di pomeriggio 5Richiesta di una riforma che regoli l’utilizzo dei leggings … Bestemmiare all’impazzata in casa Camden e scappare … E se fosse la Sciarelli a rapirli per fare audience? … Parcheggiare il camper di Barbie nel presepe per tentare San Giuseppe… etc etc. Era un mio primo modo per far conoscere i miei scritti.

Alcuni esempi nel libro:

fullsizerender-2

fullsizerender

Cosa ho fatto? Ho pensato di fonderle con quella principale del Signor Distruggere, per tre motivi:

  1. erano abbandonate e inutilizzate;
  2. rappresentavano comunque il mio libro e quindi il libro del Signor Distruggere;
  3. erano MIE idee e rappresentavano la MIA creatività;

Prima di fonderle però le rinominai (a giugno), scrivendo su ognuna di esse un post medio-lungo spiegando ai followers la situazione. Non lo hai letto all’epoca? Eh pazienza. Non ci posso far nulla. Credo di aver fatto più di quanto facciano in genere altri amministratori che fanno tutto zitti e muti.

Dalle prime fusioni ottenni queste 4 pagine, 0 – 2 – 8 – A:

pagine-signor-distruggere

La “2” la “8” e la “A” esistono ancora, ma sono nascoste e al momento bloccate. Sono in attesa di una revisione da Facebook. La “0”, invece, è stata già fusa con quella principale. Cosa devi fare? Più che devi, cosa puoi fare. Puoi togliere il like e dirmi addio, sopravviveremo entrambi. Oppure puoi provare a vedere quello che condivido, si parla spesso di casi umani, di fenomeni assurdi, di problemi mentali, ma anche di cose più free come di recensioni letterarie e cinematografiche… e capita anche, essendo questo un blog, della mia vita. Considera che non faccio e non farò mai spam. Partecipo spesso a iniziative di beneficenza o a eventi (sempre GRATIS) e nella mia ultima iniziativa di solidarietà ho raccolto fondi per Cure2Children e il terremoto del Centro Italia. L’acquisto del libro non è obbligatorio e io non campo con i suoi ricavi, ho un altro lavoro. Mi diverte solo scrivere, fine.

Se decidi di restare, benvenuto a bordo!