MAMME VEGANE CONTRO L’INVIDIA 6: L’INCIDENTE FATALE

 

Finalmente una nuova sconcertante puntata della nostra soap preferita. L’invito a rivedere le puntate precedenti è sempre d’obbligo, così da non perdere neanche un aspetto della ormai celebre vicenda.

Dopo le velate minacce dell’avvocatessa psicoterapeuta alla mia persona, sul gruppo è regnato un periodo di prosperità e benessere. Abbiamo avuto modo di conoscere la merenda del povero Sabrino…

13332952_1044784132264023_8323356280409363196_n

La quale si frappone non poco con il mio concetto di merenda…

merenda

Concetto che vedrò di approfondire, comunque, sul mio Instagram. La gente ha il diritto di sapere cosa mangio!

Un altro post degno di nota è stato quello della gattina Flò.

13320753_1045932775482492_859638210441735643_o

Sorgono alcuni quesiti:

  1. Il gatto ha una cameretta?
  2. Perché “S.O.S. MAMMA” se si parla del gatto?
  3. Perché la vegana nei commenti ha dato come opzione quella del divano in pelle? E perché presume di togliere l’urina con uno straccetto umido?
  4. Da quando la camomilla lava?
  5. E, soprattutto, da quando il piscio di gatto è come la pipì dei bambini?
  6. Quanto sarà lercia la signora dell’ultimo commento? Tra casa sua e la stalla, Maria e Giuseppe avrebbero comunque preferito la mangiatoia?

Sono tutte domande senza risposta.

Eravamo giunti fin qui, quando poi, d’un tratto, Vipera mi ha rivelato un episodio sconcertante. Una richiesta d’aiuto? Un enigma che solo la nostra avvocatessa psicoterapeutica può risolvere?

questy

Ovviamente noi non abbiamo motivo di dubitare della professionalità della signora, ops, avvocatessa Cinzia. Che senso però c’è nel dare il numero di cellulare della figlia, mentre lei è all’alimentari, per poi farsi cercare come “dott.ssa”? Da una, che qui si presume, sia una sua amica-mamma-di gruppo? Boh. La curiosità è rimasta a nutrirsi di me per almeno due ore, quando poi la mamma ha svelato l’intera vicenda…

camion

Ahh, beh, in fin dei conti non ha fatto proprio nulla di male. A parte bloccare il traffico e polemizzare con i poliziotti. La sua avvocatessa a distanza, certamente, le darà i giusti ragguagli. Come dubitarne? Magari essendo anche una psicoterapeuta le consiglierà una canzone a tema, tipo quella che la dottoressa Tracy Clark propinò ad Ally McBeal. Quello che poteva essere un incidente fatale sarà ricordato come il delirio di una pazza.

Tutto qui? Ma certo che no. La nostra Cinzia si è data da fare e pare abbia qualcosa di scottante contro di me. Tant’è che sul gruppo delle “… contro l’invidia” possiamo leggere in un commento.

cinzia prove

Certamente, l’avvocatessa Cinzia, avrà scoperto che al liceo le giustificazioni e i permessi me li firmava Dana Scully.

1916808_1263113303691_2897688_n

Il suo studio sarebbe la cucina e il cellulare della figlia?

C’è però da dire che non risulta nessuna Cinzia con il suo cognome nell’albo degli avvocati, né pare essere mai esistita una dottoressa con quel nome. Ma certamente si tratterà di un errore informatico. Perché mai una persona, molto stupidamente, dovrebbe millantare titoli che non ha sapendo di compiere un reato?

Comunque, visto che questi messaggi sono di qualche giorno fa… io già so cosa Cinzia ha in serbo per noi. Vipera ci ha già comunicato il dramma. Saprete tutto con una foto rivelatrice su Instagram nei prossimi giorni. Bisogna lasciare un po’ di suspense! Quindi, per non perdere la rivelazione che mi ha fatto sudare le mutande, cliccate qui e iscrivetevi al profilo. Non caricherò mai foto dei piedi a mare, giuro.

Condividete l’articolo con l’ormai noto hashtag:

#ResistiVipera

Per la settima parte clicca qui.