KATE, CHI È? IL MIO AIUTO AGLI ESAMI

Qualche tempo fa trovai uno stampato di una conversazione avuta su MSN nell’ormai lontano 2004 che mi riportò alla memoria questa storia. Eh, quanti ricordi…

In quel periodo ero all’università e per un esame impossibile un prof. pretendeva la realizzazione di una presentazione usando Flash CS, software che non sapevo utilizzare. Imparare a utilizzarlo per quell’esame avrebbe avuto come unico risultato una presentazione scadente e un voto basso, pagare qualcuno per farmela fare sarebbe stato troppo dispendioso, come risolvere?

Andai su Internet e forgiai l’identità di tale Kate, coetanea bellissima, disinibita e tosta, corredando il tutto con fotografie prese in prestito da un’ignara modella che, oltre a fare i book, gestiva un blog con scatti personali. Questo rendeva il tutto più credibile.
Creai un profilo su Windows Live Space (Rip), scrissi di una vita non mia, infine presi tutto questo bel materiale ed entrai in una chat per programmatori e cuori solitari.
Dopo poco, eccolo: Gabriele. Subito grande empatia, i due ridevano e scherzavano allo stesso modo, esperienze di vita simili, stessi gusti cinematografici, entrambi single. Le chattate durarono circa una settimana, tutte le notti. Lui desiderava incontrarla, lei accettò, ma soltanto dopo aver superato la sessione esami che la bloccava. Spiegò al giovane che, per passare l’esame, le sarebbe servita una presentazione in Flash. Egli volle conoscerne i dettagli senza sbilanciarsi troppo, dicendole che non avrebbe dovuto preoccuparsi oltre. La mattina seguente arrivò sull’e-mail di Kate un indirizzo Megaupload (Rip2), dove fu possibile scaricare la presentazione bella e fatta.

Kate rispose quindi fissando l’appuntamento:

[su_quote]Gabrì, grazie! Sei un pazzo, ci avrai messo tutta la notte per farla! Dai, vediamoci fuori dalla stazione il 23 aprile alle 16:00. Ci prenderemo finalmente questo caffè! :** Kate[/su_quote]

Ovviamente, mai nessuno andò a quell’appuntamento e il blog, l’e-mail e il contatto MSN di Kate sparirono nel nulla nel giro di ventiquattro ore.
Che cosa abbiamo imparato da questa storia?

Non fate mai presentazioni in Flash a sedicenti fotomodelle desiderose di conoscervi. In particolare, se siete un po’ antiestetici, potrebbe nascondersi un perfido manipolatore psicopatico che, in compenso, porterà a casa un 30 e lode.

Questa e altre storie sono presenti nel libro in vendita su Amazon.

ps.

“Ma come fece Gabriele a non riconoscere Hayden Panettiere in quella foto?”

Ma ovviamente non usai le foto di Hayden in quella circostanza, qui ho messo questa tanto per. Anche se, per rendere tutto più assurdo, avrei potuto utilizzare quest’altra fotografia.

img053-copia

Quando incontrai la cheerleader di Heroes a Londra.

Non ritieni concepibile il non seguire Distruggere? Ottimo!

Seguilo su Facebook e Twitter, basta un click qui sotto.